Isteroscopia Diagnostica

quando e come si esegue?

Che cos’é l’isteroscopia diagnostica

E’ una metodica mini-invasiva di II livello, che utilizza l’isteroscopio ( sottile strumento collegato a una telecamera ) per visualizzare il canale cervicale e la cavità uterina.

A cosa serve l’isteroscopia diagnostica

Le principali indicazioni sono:

  • sanguinamento uterino anomalo
  • approfondimento di un’ alterazione diagnosticata ecograficamente ( malformazione uterina, polipo endometriale o cervicale, miomi uterini sottomucosi o intracavitari, iperplasia e tumore endometriale, sinechie endouterine, istmocele )
  • aborti spontanei ricorrenti
  • infertilità
  • valutazione in previsione di tecniche di fecondazione assistita
  • lost IUD ( spirale con fili di repere non visualizzabili )
  • controllo post-operatorio dopo interventi di isteroscopia operativa

Come si esegue l’isteroscopia diagnostica

La procedura è ambulatoriale e non necessita di anestesia.

Lo specialista fa accomodare la paziente sul lettino ginecologico, introduce delicatamente l’isteroscopio in vagina raggiungendo l’orifizio uterino esterno e, grazie alla distensione garantita dall’infusione di soluzione fisiologica, procede lungo il canale cervicale fino alla cavità uterina.

Quando è necessario, può eseguirepiccoli prelievi” ( biopsie ), che vengono inviati all’esame istologico per ulteriore approfondimento.
Durante l’esame vengono scattate fotografie, che verranno allegate al referto.

Prima dell’esecuzione dell’isteroscopia, lo specialista illustrerà in modo dettagliato le fasi dell’esame, risponderà a tutte le domande della paziente e farà firmare il consenso informato ( documento che attesta che la paziente è d’accordo a eseguire l’esame, ha compreso le modalità e la motivazione per cui l’esame viene eseguito )

L’isteroscopia diagnostica è dolorosa?

No, non è dolorosa; può provocare solo un fastidio, simile a quello mestruale, che generalmente scompare in pochi minuti, senza bisogno di terapia. Se l’esame diventa doloroso si sospende la procedura.

Quando si effettua l’isteroscopia diagnostica 

Nelle donne in età fertile: subito dopo la mestruazione, tra il 5° ed il 13° giorno del ciclo.
Nelle donne in menopausa: in qualunque momento. 

Come ci si prepara all’esecuzione dell’isteroscopia diagnostica

  • portare allo specialista che esegue l’isteroscopia la documentazione relativa a esami precedentemente effettuati ( referto della visita ginecologica, ecografia transvaginale, pap test, HPV test, colposcopia )
  • comunicare allo specialista che esegue l’esame l’eventuale assunzione di farmaci ( soprattutto antiaggreganti e anticoagulanti ) o eventuali allergie a farmaci
  • qualora la paziente sia portatrice di prolasso della valvola mitralica o di altra valvulopatia, è necessario consultare precedentemente il cardiologo in merito all’esecuzione della profilassi antibiotica per l’endocardite batterica prima dellesame
  • l’esame non può essere effettuato nel periodo mestruale o in caso di perdite ematiche genitali abbondanti o se è presente una vulvovaginite ( infiammazione vulvo-vaginale )
  • l’isteroscopia non può essere eseguita in gravidanza

Quanto dura l’isteroscopia diagnostica

La durata dell’esame varia da caso a caso, ma può essere stimata in circa 15 minuti

Quando viene consegnato l’esito dell’isteroscopia diagnostica 

Il referto, corredato da fotografie, viene consegnato subito dopo l’esame. Nei casi in cui sia stata effettuata una biopsia, l’esito istologico verrà consegnato dopo circa 7 giorni.

Contatti

Via Lamarmora, 44 | 10128 Torino


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio Medico Lamarmora - P.iva 08897550011 - Via Lamarmora 44, 10128 Torino - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. privacy policy - cookie policy